Perchè personalizzare applicazioni open source

Open Source

Il software libero e le applicazioni open source attualmente disponibili sono davvero tantissime.

E' possibile trovare delle applicazioni o dei tools per ogni esigenza. 

In particolare per le applicazioni web vale lo stesso discorso.
Preferire e proporre del software libero e/o open source a software proprietario non è assolutamente una scelta legata lato economico della faccenda, ma una scelta legata alla qualità del codice, all'utilizzo delle risorse della macchina che lo esegue, e infine, è possibile estendere il discorso ad una scelta legata ad una filosofia di vita.
Il modello di sviluppo adottato da FLOSS permette innumerevoli verifiche e quindi controllo dei bug e della loro nidificazione.
Software di questo tipo viene sviluppato grazie alla collaborazione di più persone, a questo proposito esistono diversi modelli collaborativi per garantire la continua verifica e la certificazione della qualità delle modifiche apportate e delle aggiunte.
Da queste considerazioni è ovvio che la volontà comune degli sviluppatori e di non riscrivere due volte un pezzo di codice per una determinata funzione, ma ottimizzare quello esistente per molteplici futuri utilizzi. 
Tutto ciò si ottiene utilizzando applicazioni capaci di fornire strumenti di supporto agli sviluppatori per il lavoro congiunto su i progetti.
Questi servizi sono molto diffusi sul web, si può dire che intorno ad ogni software open source e / o libero esiste un gruppo di lavoro organizzato sul controllo versione e quindi su piattaforme capaci di distribuire le versioni da pubblicare.
Un esempio per tutti è SourceForge.net che è, appunto, una locazione centralizzata per sviluppatori software che debbano controllare e gestire lo sviluppo di software open source.
Ritorniamo al punto,perchè personalizzare applicazioni open source?
Personalizzare una applicazione già ampiamente testata, permette di far leva su un lavoro svolto da una comunità di sviluppatori.
Ciò diminuisce il numero di bug, sempre presenti, offre implementazioni di qualità difficilmente ottenibili altrimenti.
Alle revisioni della applicazioni, non lavorano solo gli sviluppatori, ma tutti coloro che per un motivo o un altro, gravitano intorno all'applicazione. Utilizzando un modello di sviluppo, e di controllo, aperto, è semplice notificare i bug, ma anche offrire dei semplici suggerimenti e consigli.
Tutto questo rende le applicazioni, basate su un modello di diffusione e di sviluppo aperto, altamente testate e sicure. Lavorare su una applicazione open source, personalizzarla, fino a ottenere la propria distribuzione è sicuramente più duraturo ed affidabile che rivolgere la propria attenzione verso software sviluppato su un modello chiuso, da un piccolo gruppo.
Non ultimo il discorso della assistenza e della manutenzione al software.
Software di questo tipo aderiscono ad una sorta di standardizzazione degli strumenti sviluppati e necessari allo sviluppo.
Per esempio nel caso di applicazioni web si fa riferimento alla piattaforma LAMP, quindi ai suoi componenti base, GNU/Linux, il sistema operativo, Apache,  il Web server, MySQL, il database management system, Perl, PHP e/o Python: i linguaggi di scripting. E' inutile dire della quantità di documentazione presente e prodotta, quindi, intorno a questo modello e ad ogni suo componente. Documentazione arricchita dal traffico di informazioni che attraverso le community prendono parte ai progetti o semplicemente utilizzano i software. 
Lato sviluppatore è possibile usufruire di tanta documentazione, progetti, esempi e supporto di tanti altri sviluppatori. 
Lato utente, invece, si ha la garanzia che il progetto iniziato da un gruppo, una società, un singolo, può essere portato avanti, manutenuto, da soggetti nuovi che basano il loro operare su siffatti modelli.

Francesco Dattolo | email: info[at]gnucms.org, info[at]francescodattolo.it | mobile: +39 328 84 59 794 | P.IVA 05800731217 | C.F.DTTFNC74A05I073V

Informativa sulla Privacy

Copyright © 2007-2011 Francesco Dattolo.

Creative Commons LicenseQuesto sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori.

Valid XHTML 1.0 Strict